Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Profilassi tromboembolica nella fibrillazione atriale non-reumatica


Gli studi clinici hanno dimostrato che la terapia antitrombotica nei pazienti con fibrillazione atriale non-reumatica presenta dei vantaggi nel prevenire l'ictus.
Tuttavia l'impiego del Warfarin è ancora lontano dall'ottimale.

Uno studio retrospettivo su 506 pazienti con fibrillazione atriale parossistica non-reumatica o con fibrillazione atriale cronica ha valutato l'incidenza, l'efficacia, e le complicanze del trattamento profilattico tromboembolico.

Il farmaco più efficace per la prevenzione degli eventi tromboembolici ( riduzione del 75,9% ) è risultato essere il Warfarin ad un INR ( international normalized ratio ) compreso tra 2 e 3.

Dopo la diagnosi, al 26,9% dei pazienti è stato prescritto Warfarin.

Nel corso del periodo di follow-up ( ma non dopo un evento tromboembolico ) ad un ulteriore 26,9% dei pazienti è stato prescritto il Warfarin.

E' stato osservato che i pazienti anziani, i pazienti con ridotta attività nella vita quotidiana ed i pazienti con fibrillazione atriale parossistica avevano una minore probabilità di essere trattati con il Warfarin.( Xagena_2004 )


Blich M, Gross B, Int J Cardiol 2004; 96: 89-95


FibrillazioneAtriale.net

MedicinaNews.it

XagenaFarmaci_2004


Indietro